Venerdì 13
Lama Machig Rimpoche

 


Puje personali con il Lama Machig Rimpoche e dalle 20 alle 22 insegnamenti aperti a tutti: "Il sentiero della Compassione", commento sul testo "Le 37 pratiche del Bodhisattva".


Bagno di Gong
Mercoledì 18 dalle 20


Bagno di Gong con Luca Loreti. Appuntamento con suoni e vibrazioni e massaggio sonoro. Dalle 20 alle 21.30

Domenica 22
Pratica dalle 9.10 alle 12

Pratica domenicale con Roberto

Hai più di 65 anni?


Corso di Yoga Senior

Nel corso alterniamo sequenze di dolci movimenti ritmati dal respiro e stabili posizioni fisiche, al fine di sviluppare sensibilità, attenzione e concentrazione mentale.

Appuntamenti di MAGGIO:

Mercoledì 4 maggio Costellazioni personali con Sonia Lunardi.

Venerdì 13 maggio, nella giornata Puje personali con il Lama Machig Rimpoche e dalle 20 alle 22 insegnamenti aperti a tutti: "Il sentiero della Compassione", commento sul testo "Le 37 pratiche del Bodhisattva". Chi è Lama Machig Rimpoche leggi

Mercoledì 18 alle ore 20 Bagno di Gong con Luca Loreti.

Domenica 22 dalle 9.10 alle 12 Pratica con Roberto

Pensiero di Maggio

Cari amici, soci e visitatori, siamo già a Maggio e ho come l’impressione che dall’inizio dei corsi il tempo sia stato quasi spazzato via. Ma il passare del tempo è una questione molto soggettiva.
Abbiamo concluso con Aprile la panoramica su Yama e Niyama e, nell’ordine, dovremmo ora dare un’occhiata ad “asana” ma questa volta preferisco rimandare il terzo anga e accennare invece ad un sutra molto significativo per comprendere l’anima dello Yoga, il sutra 23 del “Sadhana Pada”. Qui si afferma che: “Scopo del Sam-Yoga è che il purusha (o veggente, osservatore, testimone ecc.) prenda consapevolezza della propria natura e sviluppi i poteri inerenti a lui e alla prakrti”.

Intanto chiariamo che cos’è il sam-yoga: esso consiste nell’unione di purusha e prakrti (o se volete in quell’incidente che portò al contatto il purusha con la prakrti), nella sua immersione nella materia, si può dire nella sua “materializzazione”, evento che come effetto produrrà l’ “amnesia” del veggente. È ciò che causa l’errore primordiale, è ciò che produce Avidya (ignoranza), cioè la non consapevolezza della propria vera natura di purusha che è spirituale ed eterna. Da lì nasce poi tutta la sofferenza e miseria umane. Il purusha è nato perfetto. Ma allora che bisogno c’era di farlo immergere nella prakrti, fargli dimenticare chi è per poi costringerlo a riguadagnare faticosamente il terreno, con chissà quante vite, per tornare al punto di partenza? Difficile dirlo ma si possono fare delle ipotesi.

Ho insegnato 30 anni nella scuola elementare e vi dico che i bambini apprendono soprattutto per contrasti: luce-buio, morbido-duro, liscio-ruvido, dolce-amaro ecc. ecc. Con i bambini funziona, imparano subito tutto e velocemente se si usano i contrasti. Ora possiamo considerare il purusha come un bambino, bello, intelligente, perfetto e anche beato! Ma senza aver conosciuto altro può veramente comprendere la sua perfezione? Senza un termine di paragone avrebbe mai la piena consapevolezza di sé? Io credo di no. Perciò nonostante se ne stesse beato nel suo empireo è stato duramente indispensabile il tuffo nella materia, con tutta la sua conseguente sofferenza. Come può avvenire tutto questo? Per un ordine cosmico naturale e necessario? O per qualche Entità divina che coordina il tutto? Francamente io non lo so, e mi pare che, per quanto gli uomini fino ad oggi si siano sforzati, le risposte non sono mai state sufficienti. Si possono solo fare delle ipotesi. Alcune ci convincono, altre meno e ognuno sceglie quella che preferisce.
Meditateci sopra. Quanto poi allo sviluppo dei poteri di purusha e prakrti il discorso è lungo e controverso quindi daremo spazio all’argomento la prossima volta.

MPG

_____________________________________________________________________________

Il 24 e 25 Ottobre presso la nostra sede, l'incontro con il Ven. Bhante Sujiva.

9 Ottobre a SadhanaL'associazione Sadhana, ha avuto la possibilità di praticare con un grande Maestro: il Ven. Bhante Sujiva, il quale, seguito in tutto il mondo da tantissimi praticanti è anche il fondatore del Santisukharama Meditation Centre in Kota Tinggi, Malesia. 
Il Maestro ci ha donato le sue conoscenze tramite le istruzioni alla pratica di Vipassana, oltre alla sua esperienza, le sue realizzazioni, la sua amorevole gentilezza e simpatia.
Due giorni preziosi per tutti i presenti.
Ci auguriamo che sempre più persone comprendano la preziosità e la rarità di occasioni simili. Dopo il seminario, un piccolo gruppo ha continuato la pratica nel ritiro svolto a Quercianella (Li). Profondo, sentito, vissuto nel silenzio della pratica intensiva.
I ricercatori della felicità non si scoraggiano e con la costanza e la Mindfulness il sentiero prosegue. Meta la fine della sofferenza.
Grazie Bhante Sujiva, grande Maestro.
E grazie ai partecipanti.

_____________________________________________________________________________

9 Ottobre: festa di inizio anno.

9 Ottobre a SadhanaCon la danza di venerdì 9 ottobre, ci siamo ritrovati per festeggiare l'inizio di un nuovo  anno da trascorrere insieme. La danza di Vanashree ci ha portato in un universo di movimento, grazia, forza e stabilità, flessibilità ed elasticità, fierezza e dolcezza. Essa ci ha permesso di vedere espressa una cultura millenaria, che ancora oggi ci affascina e ci incuriosisce.
Lo stesso vale anche per lo Yoga, che continueremo a proporre e condividere con chi persegue una condizione di benessere non solo fisica, non solo psicologica, non solo mentale.
Attraverso gli Yoga Sutra di Patanjali, che ci accompagneranno nel corso dell'anno, nella pratica e anche nell' approfondimento personale di ognuno, scopriremo che lo Yoga non è antico e superato, non è solo posizioni, miglioramento degli acciacchi, ma è una ricerca di equilibrio e di espressione più completa di se stessi.
Buon viaggio a tutti. Namastè!

_____________________________________________________________________________

International Yoga Day

La festa del 21 Giugno è stata rassicurante perché ci ha confermato che sempre più persone sono spinte verso un percorso in cui intravedono possibilità di coltivare non solo la propria salute e il rispetto del proprio corpo ma anche di seguire un percorso verso la consapevolezza che permetta di espandere la capacità di "essere" nella vita. Grazie Roberto per le tue semplici ma efficaci spiegazioni e per il bel mandala che ci hai fatto costruire.
Grazie a tutti gli insegnanti per le loro pratiche e un particolare grazie a tutti per la presenza numerosa.

Guarda la pagina intera con le foto

_____________________________________________________________________________

Giovedì 21 Maggio
incontro con Geshe Tenzin Tempel.

incontro con il Lama TempelCarissimi amici,
gli incontri con i maestri ti danno una nuova forza per affrontare il percorso della vita. La gioia interiore che Geshe Tenzin Tempel possiede è contagiosa e irresistibile. Dopo un incontro con lui ci si sente più in pace, più disposti a non essere travolti dal nostro egoismo ed egocentrismo. Grazie Tenzin. Torna presto!

La Segreteria è aperta dalle 11.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 20.00
Tel: 0586 444164 e per info urgenti 3487261912

Arrivare a SADHANA in Autobus: Numeri 4 - 8N - 8R